L'Emergenza Medica nello Studio Odontoriatrico

La gestione, il riconoscimento e il trattamento delle emergenze mediche, che possono presentarsi durante la pratica odontoiatrica.
Sede corsi
Via di Acilia, 221 - 00125 Roma

Segreteria
Tel 331.61 32 648
dal lunedì al venerdì
dalle ore 9.00 alle ore 18.00

romaurgenza@gmail.com

335.61 07 346
(Dott. Pietro Marini)

03/12/2022
L'Emergenza Medica nello Studio Odontoiatrico
120.00 €
 

 

ROMA URGENZA®

L'Emergenza Medica
nello Studio Odontoiatrico

Gestione delle emergenze mediche
Basic Life Support Defibrillation esecutore 
 

Corso di addestramento pratico e di simulazione per odontoiatri, medici dentisti, igienisti, assistenti alla poltrona e altre figure professionali presenti nello studio odontoiatrico, relativo alla gestione, al riconoscimento e al trattamento delle emergenze mediche, che possono presentarsi durante la pratica odontoiatrica, compreso il trattamento dell'arresto cardiaco mediante la rianimazione cardiopolmonare e l'utilizzazione di un defibrillatore semiautomatico esterno. Al termine del corso è prevista una valutazione mediante quiz e il rilascio di un attestato numerato First Aid Odontoiatrico e  BLSD esecutore della durata di 2 anni.

A tale corso residenziale è possibile associare un corso di formazione a distanza (FAD) accreditato all'Educazione Continua Medica (ECM) del Ministero della Salute "L'Emergenza Medica nella prima fase del soccorso" (evento n. 411 - 340027), che fornisce 50 crediti per medici, odontoiatri e igienisti dentali. 

Prossime edizioni

  • 3 dicembre 2022

Orario: 8.00 - 16.00.

Costo
  • euro 120,00 + iva 22% per odontoiatri e medici dentisti
  • euro 80,00 + iva 22% per igienista dentale
  • euro 40,00 + iva 22% per assistente alla poltrona e altre figure professionali presenti nello studio odontoiatrico

Offerte agli iscritti al corso: 

  • Corso ECM FAD con 50 crediti euro 30,00 + iva 22%.
  • Libro "L'Emergenza Medica nello Studio Odontoiatrico" del dr Pietro Marini euro 30,00.

 

PROGRAMMA CORSO

Introduzione al corso
  • Presentazione e descrizione del programma e della modalità di svolgimento del corso.
  • Definizione del first aid odontoiatrico, facendo riferimento alle specifiche competenze e all'appropriatezza delle procedure e del materiale da avere a disposizione.
  • Definizione dei ruoli e del coordinamento dell'odontoiatra e dell'assistente alla poltrona in caso di emergenza medica.
  • Descrizione delle crisi mediche in odontoiatria.
  • Come effettuare la richiesta d'intervento dei mezzi di soccorso (ambulanza, automedica) al 112-118.               
Addestramento al riconoscimento delle emergenze mediche
  • Valutazione della specifica crisi mediante il riconoscimento di segni e sintomi.
  • Valutazione dell'anamnesi con possibili correlazioni con l'attuale crisi.
  • Rilevazione e interpretazione dei parametri clinici: frequenza cardiaca, pressione arteriosa, saturazione periferica, glicemia.
Organizzazione del materiale relativo alle emergenze
  • Farmaci e presidi indispensabili per poter affrontare le emergenze mediche in ambito odontoiatrico.
  • Cassetta di pronto soccorso contenente i farmaci e i presidi per misurare i parametri clinici. Descrizione dei singoli farmaci, in particolare delle indicazioni, delle precauzioni, della modalità di somministrazione e della relativa posologia.
  • Bombola di ossigeno con i presidi necessari per la sua somministrazioni nele diverse situazioni d'intervento.
  • Defibrillatore semiautomatico esterno con la relativa attrezzatura per posizionare i patches sul torace della vittima di arresto cardiaco.   
Addestramento pratico alla gestione delle singole crisi mediante l'applicazione di protocolli operativi
  • Crisi vagale: riconoscimento della presincope e della sincope. Il posizionamento in Trendelemburg. La rilevazione dei parametri e la diagnosi differenziale delle diverse cause di sincope. Il trattamento farmacologico con vagolitici (atropina, metil bromuro di ioscina) e vasocostrittori (midodrina, etilefrina). La gestione dell'eventuale trauma cranico associato. La premedicazione del paziente vagotonico.
  • Attacco di panico: la diagnosi differenziale con patologie cardiovascolari e respiratorie. Il controllo e la risoluzione della crisi. L'eventuale utilizzazione delle benzodiazepine. La premedicazione del paziente affetto da nevrosi d'ansia.
  • Crisi epilettica: il comportamento di assistenza durante una crisi epilettica e la sua valutazione post-critica. La gestione dell'eventuale trauma cranico e delle lesioni da morso della lingua.
  • Crisi ipoglicemica nel paziente diabetico in trattamento con antidiabetici orali o con insulina: presentazione clinica, misurazione e valutazione della glicemia, trattamento con glucosio o glucagone.
  • Anafilassi: riconoscimento e trattamento farmacologico con adrenalina, cortisonici, antistaminici e ossigeno dell'edema della glottide, dell'asma bronchiale e dello shock anafilattico. Gestione delle crisi anafilattiche minori caratterizzate da eruzioni cutanee, senza interessamento delle vie aeree e del letto circolatorio.
  • Sindrome infartuale: la valutazione del dolore toracico acuto, la messa in sicurezza del paziente, la somministrazione di acido acetilsalicilico per os e di nitroglicerina per via sub-linguale.
  • Sindrome ictale: la valutazione neurologica con riconoscimento della comparsa di deficit neurologici focali  mediante la Cincinnati Prehospital Stroke Scale.
  • Ipertensione arteriosa: corretta valutazione dei valori rilevati della pressione arteriosa. Somministrazione di nitroglicerina sub-linguale.      
Addestramento  al trattamento dell'arresto cardiaco del paziente sulla poltrona del riunito mediante utilizzazione di manichini
  • Riconoscimento delle situazioni di minaccia di arresto cardiaco, in particolare la gestione della sindrome infartuale.
  • Riconoscimento dell'arresto cardiaco e diagnosi differenziale con la sincope.
  • Il posizionamento del paziente dalla poltrona del riunito a terra.
  • L'inizio del massaggio cardiaco, il posizionamento dei patches del defibrillatore semiautomatico esterno e la relativa procedura di defibrillazione.
  • La sicurezza del soccorritore durante la defibrillazione.
  • La richiesta di soccorso alla centrale operativa 112-118.
  • La rianimazione cardiopolmonare con 30 compressioni e 2 ventilazioni mediante l'utilizzazione della maschera facciale.
  • La gestione del post-arresto.
  • La procedura operativa e le tecniche di rianimazione cardiopolmonare e di defibrillazione nel paziente pediatrico.
  • La procedura operativa e le tecniche di rianimazione e di defibrillazione nella donna gravida.
Addestramento al trattamento del soffocamento da corpo estraneo mediante utilizzazione di manichini
  • Inalazione nelle vie aeree e ingestione nell'apparato digerente di un corpo estraneo.
  • Soffocamento da corpo estraneo: riconoscimento dello stato asfittico e dell'arresto respiratorio.
  • Tecniche e procedura operativa nell'adulto, nel bambino e nel lattante in stato asfittico e in arresto respiratorio: i colpi interscapolari, la manovra di Heimlich, il masaggio cardiaco.